Razzismo di ritorno. Lo sbaglio che (forse) non c’è.

In questi giorni ha fatto scalpore (vabbeh nella misura in cui può far scalpore un’altra notizia nel momento in cui la nazionale esce dai mondiali di calcio), la notizia appunto di un ristoratore napoletano che fuori dal suo locale ha affisso un cartello in cui vieta l’entrata ai leghisti in seguito alle loro reiterate affermazioni razziste.

Scandalo. Razzismo di ritorno. Non si fa così. Non è questo il modo di affrontare le cose.

Ah no? E perchè? L’uomo mica ha scritto che non vuole nordici nel suo locale, ha scritto che non vuole leghisti e ha specificato anche perchè. Il razzismo mi pare una buona ragione.

Pensiamoci solo un attimo. Oggi non plaudiremmo come eroi della nazione un gruppo di negozianti che avessero avuto il coraggio di cacciare dai propri negozi i nazisti o i fascisti in ragione del loro nazismo/fascismo all’epoca che fu?

E cosa sono questi leghisti se non dei fascisti? della gente che crede di essere superiore a tutti e tutto? alla gente del sud, di roma, delle parti non ricche del mondo? Che crede che il diritto a cercare lavoro e ad abitare solo una terra spetti solo a loro?

Dicono “Prima il lavoro a noi e poi agli altri”. Perchè? voi siete migliori degli altri secondo quale perverso parametro?

Il commerciante ha fatto bene. Certa gente capisce solo il linguaggio volgare che è abituato a parlare.

Volevo poi segnalare il libro di Pino Aprile “Terroni”, in cui si spiega che la storia forse è un po’ diversa. Che il nord forse non ha liberato il sud, e forse il sud non era poi tanto povero, e forse il nord ha succhiato sangue energia e soldi al sud (e non viceversa) e forse al nord si vive meglio anche perchè qualcuno ha investito più soldi di tutta italia solo al nord.

Io dico solo che mia zia, nel 1991 quando si è trasferita da napoli qui al nord, con un lavoro statale, ha dovuto cercare qualcuno del posto che garantisse per lei col padrone di casa. Perchè era meridionale.

Quello che dico io è: Ma non vi vergognate?


http://www.edizpiemme.it/libri/terroni-9788856612738

Razzismo di ritorno. Lo sbaglio che (forse) non c’è.ultima modifica: 2010-06-27T23:07:41+02:00da nathan-ranga
Reposta per primo quest’articolo